Mario Formenton Macola

CHI ERA L’UOMO A CUI LA REGATA È DEDICATA

Nato a Teheran (Iran) nel 1928, compie gli studi classici in Italia e successivamente frequenta i corsi di economia e legge all’Università di Milano.
Nel 1952 sposa Cristina Mondadori e ha quattro figli: Luca, Silvia, Pietro e Mattia.
Dopo aver svolto attività commerciale in proprio il 1° ottobre 1961 entra a far parte della Arnoldo Mondadori Editore, in qualità di Direttore dello stabilimento Grafico di Verona. E’ di questi anni il rapido sviluppo dello stabilimento, soprattutto nel campo delle coedizioni e della stampa per editori internazionali.
Nel 1964 viene nominato Amministratore Delegato della Società, assumendo anche la responsabilità dell’attività internazionale e delle edizioni per la gioventù. Nel 1968 assume infine la carica di Vicepresidente e Amministratore Delegato del Gruppo Mondadori e, nel decennio successivo, assume responsabilità direttiva in varie società collegate al Gruppo Mondadori.
Il 20 dicembre 1982 viene nominato Presidente e Amministratore Delegato della Arnoldo Mondadori Editore S.p.A: società leader italiana nel settore editoriale, grafico e cartario, con circa 6.500 dipendenti e 1.125 miliardi di lire di fatturato consolidato.
Nel contenpo ricopre anche le cariche di Presidente del Club degli Editori, Vicepresidente dell’Editoriale La Repubblica e Consigliere della Cartiera di Ascoli, nonchè di membo del Comitato di Presidenza della Federazione Italiana Editori Giornali. Si è sempre interessato all’attività di formazione professionale: è stato Presidente dell’importante Scuola Grafica di Verona, la prima in Italia a essere gestita da un Comitato composto pariteticamente da imprenditori e sindacati, e Presidente per dieci anni del C.U.O.A., scuola post-universitaria, di formazione manageriale presso l’Università di Padova.
E’ stato inoltre Presidente del consiglio di amministrazione dell’Istituto Tecnico Industriale” Galileo Ferraris” di Verona.

E’ stato insignito delle seguenti onorificenze:

  • Grande Ufficiale all’Ordine al Merito della Repubblica Italiana
  • Premio “Achille Marazza” per le relazioni umane nel lavoro
  • Premio “Domus Mercatorum” per meriti imprenditoriali
  • Cavaliere del Lavoro (nel 1982)

Muore a Parigi il 29 marzo 1987.

Contact Us

We're not around right now. But you can send us an email and we'll get back to you, asap.

Not readable? Change text. captcha txt

Start typing and press Enter to search

Close